SCIOPERO AEROPORTO DI PISA 8 MAGGIO 2018

PESANTI CANCELLAZIONI E DECISA ADESIONE DEI LAVORATORI
DELL’AEROPORTO DI PISA ALLO SCIOPERO DI OGGI, 8 MAGGIO 2018
Il successo dello sciopero di 8 ore è stato un segnale inequivocabile all’azienda, dato
dai tanti lavoratori preoccupati per il proprio futuro, il proprio stipendio e per
l’andamento della vertenza.
La Filt Cgil è giunta al quarto sciopero su Pisa sulla vertenza di Toscana Aeroporti
per chiedere un deciso cambio d’impostazione alla vendita del settore handling ed alla
esternalizzazione del settore Security a Pisa.
La liberalizzazione del settore handling ha già prodotto più incertezza, più precarietà
e salari più bassi in tutti gli aeroporti d’Italia.
Proprio per questo i lavoratori del settore chiedono che Toscana Aeroporti si assuma
la responsabilità di tutela di fronte a queste prospettive, invece di essere, di fatto,
abbandonati e venduti ad altra società.
Il più che positivo andamento di traffico dell’aeroporto (Pisa per la prima volta oltre i
5 milioni di viaggiatori), e i bilanci in forte attivo sono contraddittori con la pesante
ristrutturazione decisa dall’azienda.
A Pisa le conseguenze saranno che oltre metà degli attuali addetti cambierà datore di
lavoro, saranno penalizzati i salari e le normative degli stagionali e degli addetti di
sicurezza dei varchi viaggiatori.
Noi continueremo a rappresentare il mandato dei lavoratori che non vogliono
rassegnarsi ad essere scaricati dopo che per anni hanno contribuito al successo
dell’aeroporto e della società che lo gestisce.
FILT CGIL PISA

Related posts