Rinnovo CCNL somministrazione

Si riparte. Dalla prossima settimana ricominciano le assemblee per informare le lavoratrici e i lavoratori in merito al nuovo Contratto Nazionale della somministrazione, arrivato al suo terzo rinnovo.

Dopo avere svolto in tutta Italia un fitto numero di assemblee, che ci hanno consegnato un parere favorevole del 96% dei votanti, l’ipotesi di piattaforma è stata approvata in modo definitivo dall’Assemblea Nazionale a febbraio.

Il nuovo contratto si caratterizza sul tema della continuità lavorativa e occupazionale e della tenuta salariale attraverso il rafforzamento della condizione dei lavoratori con contratti a tempo determinato, contrastando le missioni ultrabrevi e puntando all’aumento di assunzioni a tempo indeterminato.

La peculiarità della somministrazione di lavorare in missione, e quindi prevalentemente a scadenza, richiede di per sé supporti particolari e specifici alle persone.

Pertanto nelle fasi di non lavoro si propone in piattaforma l’istituzione di un Fondo di Solidarietà, concepito ed utilizzato come strumento di integrazione al reddito, che ampli la platea dei beneficiari anche non percettori di prestazioni pubbliche, rivedendo i requisiti ad oggi esistenti di accesso al Sostegno al Reddito contrattuale. Come ulteriore prestazione si prevede una integrazione della Naspi che compensi la riduzione prevista dalla legge dopo i 3 mesi di disoccupazione.

In parallelo alla piattaforma contrattuale, dal 1 febbraio 2017 le attività degli enti bilaterali contrattuali sono state ampliate per rafforzare il supporto necessario alle lavoratrici e ai lavoratori in somministrazione.

Related posts