Appello abolizione incompatibilità professione avvocato

La Consulta delle Professioni CGIL invita tutti i territori a promuovere l‘iniziativa proposta dalla Consulta con la collaborazione di due associazioni forensi (Associazione Nazionale Forenze ANF e la Mobilitazione Generale degli Avvocati MGA), finalizzata a far decadere la incompatibilità esistente oggi tra il lavoro subordinato o parasubordinato e la professione forense.

Questo dettato, normato dalla L. 247/12, fa sì che molti avvocati, sopratutto giovani, lavorino  negli studi privi di tutele e diritti, senza orari e con retribuzioni spesso molto basse, andando fra l’altro ad aumentare in modo fittizio il numero degli studi professionali.

Importante pertanto diffondere questo appello perraccogliere più firme possibili e presentare la proposta di legge che metterebbe chiarezza sulle situazioni oggi esistenti.

Il NidiL di Pisa ritiene inoltre che questo passo sia l’attuazione concreta e un ulteriore rafforzamento dei principi che animano la proposta di legge promossa dalla CGIL “Carta dei Diritti Universali del Lavoro” che, per la prima volta, parla a tutti i lavoratori, qualsiasi sia la tipologia lavorativa con la quale svolgono la loro attività e mettendo in capo al lavoratore tutele e diritti.

Related posts