ANCORA INFORTUNI SUL LAVORO

Ancora morti sul lavoro: oggi alle 14 al porto di Livorno si è verificata una esplosione di un serbatoio e sono rimasti uccisi 2 operai.
La CGIL di Pisa esprime la propria vicinanza alle famiglie dei lavoratori deceduti
Non solo, sempre oggi a Massa alla Sanac alle 9 si è sviluppato un vasto incendio all’interno dell’Azienda e a seguito di una esplosione nel reparto di miscelazione un operaio è rimasto ferito.

Ogni giorno siamo di fronte a morti e gravi infortuni sul lavoro, ogni giorno vi sono famiglie che piangono un proprio caro. Troppi incidenti continuano ad accadere, troppe vite distrutte!

Le morti sul lavoro sono un fenomeno che sta di nuovo aumentando e che insieme allo sgomento e al dolore impongono a tutti noi una riflessione e una accelerazione nell’impegno della tutela dei lavoratori.

L’aumento della intensità e dei ritmi di lavoro , l’aumento della precarietà , l’estensione delle politiche di risparmio , l’insufficienza delle misure e degli investimenti che tutelano la sicurezza e la salute sul posto di lavoro producono danni pesantissimi per la salute e per la vita dei lavoratori e delle loro famiglie.

E’ necessario che le parti datoriali rivedano l’organizzazione del lavoro in funzione del benessere e della salute dei lavoratori e adeguino i propri DVR alla luce delle nuove raccomandazioni europee.

La CGILsi farà promotrice di una campagna di ulteriore sensibilizzazione in tal senso in ambito di sicurezza e salute sul posto di lavoro per prevenire situazioni di rischio e perchè non abbiano più a ripetersi fatti drammatici per la nostra comunità.

Related posts